giovedì 20 settembre 2018

Benvenuti nel nostro angolo

Segnalazione


Risultati immagini per il ritmo perfetto di marie jordan

Sinossi 

Prendi un uomo che ottiene sempre ciò che vuole, una donna che ha imparato a non desiderare, una madre e dei fratelli pazzi… E oh, sì, aggiungi una puzzola solo per rendere le cose interessanti e potresti avere “Il ritmo perfetto".

CC
Gray Lucas è tutto ciò che odio in uomo. Arrogante, ricco, privilegiato e playboy. È un’atleta professionista e le sue imprese sono leggendarie… Una sono io.
Abbiamo avuto l’avventura di una notte ed è stato selvaggio, passionale, eccitante e un grosso errore. O forse no.
Perché più tempo trascorro con lui e la sua pazza famiglia, più voglio che rimanga…
Ma gli uomini non restano… Vero?

Gray
Nel momento in cui ho rivisto Claudia Cooper, le altre donne hanno smesso di esistere. È irriverente, coraggiosa e bellissima. È perfetta.
Sono l’uomo per lei, l’unico uomo per lei. Lei, però, ancora non lo sa.
Amale e lasciale. Questa è la mia reputazione; con le donne gioco duro, veloce e sporco.
Ciò che CC non sa ancora è che con lei non sto giocando. La sto rivendicando.

Universi sconosciuti (Hunted Series Vol. 1) di [Contini, Angela]

Sinossi

Abby Allen si definisce “un’edizione limitata”, non per esemplare bellezza, ma per una serie di qualità che la rendono un tipo curioso e un po’ fuori dal comune. Diciotto anni, logorroica e con la sorprendente capacità di creare situazioni imbarazzanti, Abby ha una fissa per Superman e spera di incontrare un ragazzo che, pur senza superpoteri, gli assomigli almeno un po’, per integrità ed eroismo. Il destino sembra accontentarla e quando incontra Kevan, la sua vita prende improvvisamente una strana piega, dando inizio a una girandola di eventi che un passo alla volta, riveleranno il segreto che è sepolto nel suo passato. In una realtà dove nessuno è ciò che sembra, si sta compiendo una guerra aliena in cui si muovono personaggi intriganti e complessi. Le loro storie si intrecceranno irrimediabilmente le une alle altre, costringendo Abby a subire agghiaccianti rivelazioni su se stessa. Saranno Kevan e un gruppo di ragazzi dotati di poteri straordinari ad accompagnarla in questa avventura, e mentre scende a compromessi con il suo nuovo io, sarà l’amore che prova per Kevan a tenerla saldamente ancorata alla realtà. E allo stesso tempo, la costringerà a prendere decisioni che la allontaneranno sempre di più dal suo supereroe.



I sogni non svaniscono all'alba (Literary Romance) di [Silvia Mango]

Sinossi

«Le ferite non vanno nascoste, ma valorizzate, perché ci riportano a ciò che siamo, fanno parte del nostro cammino. Non possiamo nasconderle. Non puoi fingere con te stessa che lo strappo non ci sia stato, ma puoi fare in modo che quello strappo ti renda più bella e determinata, più di quanto tu non lo sia già.»


Ti prometto la felicità (Literary Romance) di [Laura Cassie]


Sinossi

Lorena ha subìto un grave incidente: è stata investita. Per lei è inevitabile, ora, avere il controllo delle proprie giornate, delle ore, di qualsiasi attimo. Programma tutto, annotando con dovizia di dettagli un diario che porta sempre con sé. Ha anche un blog, che aggiorna spesso, dove mette nero su bianco le emozioni, certa che il suo passato non sia poi così diverso dagli utenti che la seguono. Per lei, giovane commessa, nulla può essere lasciato al caso, pena la solitudine. Un giorno, uscendo dal negozio in cui lavora, è letteralmente travolta da un tizio che fa jogging. Si tratta di Matt, un musicista, soffocato dalla recente perdita di un amico e arrabbiato con Dio oltre che con se stesso. Ha bisogno solo di ricominciare, di aprire di nuovo gli occhi e lasciare che torni a scorrere in lui la voglia di vivere e, perché no, innamorarsi. A seguito del loro scontro, Lorena perde il diario e, sorprendentemente, tutti i sogni, i desideri che ha annotato, iniziano ad avverarsi un po’ per volta…


Un caffè con Raffaello (eLit) di [Boccola, Marilena]

Sinossi

Un trio indissolubile, quello formato da Melissa, Caterina ed Edoardo, studenti fuori sede all'università di Urbino. Qualcosa però, all'inizio dell'ultimo anno accademico, si incrina tra Edo e Cate, a causa dell'arrivo, nella vita della ragazza, del misterioso Raf. Lei ne sembra irrimediabilmente affascinata, anche perché, durante i loro incontri, lui le parla della vita e delle opere di Raffaello, argomento della sua tesi di laurea, e lo fa come se si identificasse totalmente con l'artista. Edo, che ha cominciato a provare per Cate qualcosa di più di una semplice amicizia, cerca di dissuaderla dal fidarsi di un uomo che non le promette nulla e che sparisce per intere settimane senza lasciarle nemmeno un recapito. I due finiscono per litigare molto spesso e lui teme che rivelarle di essersi innamorato possa decretare la fine della loro amicizia e non l'inizio di una storia d'amore. Se solo quel Raf, che nessuno di loro amici ha mai conosciuto, sparisse dalle loro vite esattamente come è arrivato...


cover 2.jpg

Sinossi

Rafael Canoa è il re della televisione messicana. Adorato da milioni di donne, incarna l'ideale del macho. Bello, muscoloso e con uno sguardo intenso, ha il viso di un angelo e un corpo che induce al peccato.
Così, stanco dello stereotipo che gli è stato cucito addosso, Rafael sogna di sfondare a Hollywood con un ruolo da cattivo, ma la strada per il successo è in salita.
Jessica Miller odia il sesso e tutto ciò che lo evoca. Così, la decisione della famiglia di affidarle la gestione della "Sensual Production", una delle case di produzione della "Miller Company", è già di per sé un affronto, ma lavorare con il macho per eccellenza è davvero troppo!
Tra colpi di scena, proposte indecenti e momenti di estremo romanticismo, Rafael Canoa le insegnerà che l'amore e il sesso non sono incompatibili.
Peccato che siamo a Hollywood, dove la realtà è spesso una grande e bellissima illusione...


Intervallo (Sulle punte #1.5) di [Tassi Edy]

Sinossi

Dopo un addio al nubilato con finale a sorpresa, Arianna Radburn si prepara a coronare il suo sogno d’amore con l’affascinante coreografo Nicholas Morgan. O almeno ci prova. Qualcosa, infatti, non va per il verso giusto e Arianna si ritrova con l’abito bianco irrimediabilmente rovinato e un futuro sposo più in ritardo di lei… A proposito, qualcuno ha visto gli anelli?

Tornano i protagonisti di Assolo in questa novella inedita, un intrigante assaggio di quanto accadrà nel prossimo romanzo della serie Sulle punte.


Just a Crush di [Margherita Fray]

Sinossi

Michelle ha poche certezze nella vita, una di queste è Dan e il matrimonio con lui, i figli, le responsabilità… argomenti noiosi che non riescono a coinvolgerla come vorrebbe. E poi c’è quel ragazzino tutto arruffato che le ha affibbiato il dottor Howard e che non si sa vestire. Sì, okay, non può non ammettere a se stessa che ha un bel sedere e che potrebbe definirlo quasi attraente, ma questo non lo giustifica affatto dal non provare neanche a pettinarsi in maniera decente. Se Alex è davvero convinto che una donna come lei potrebbe guardarlo, allora è un illuso. È nei discorsi meno innocenti però che lui la sa sfidare, soprattutto nei discorsi meno innocenti. Piuttosto sorprendente e decisamente seccante, trattandosi di un ragazzino. Perché lui è questo, giusto? Solo un ragazzino

martedì 18 settembre 2018

Benvenuti nel nostro angolo


Speciale serie tv 

L'immagine può contenere: spazio all'aperto e testo

Il mio punto di vista: 

Winden è una città in cui sembra non succedere niente. Sembra. A un tratto iniziano a sparire dei ragazzi e dalle indagini sata fuori qualcosa di sconvolgente: non è la prima volta che a Wind sparisce qualcuno. Esattamente 33 anni prima è già successa la stessa cosa. Tutto si sviluppa su tre dimensioni temporali differenti: 2019 (il presente), 1986 e 1953, tre epoche che ogni 33 anni si collegano tramite un wormhole.
La serie televisiva più bella che ho visto a fine 2017 e terminata a inizio 2018.
Forze è un caso? Non saprei, so solo che la potenza ella trama, la bravura degli attori, e le perfette inquadrature mi hanno stregata.
Segreti e famiglie collegate nel tempo sono l'intreccio di tutti gli eventi e porteranno alla luce verità scomode.
Non vi resta che scoprire i segreti di Winden e la strana morte di numerosi uccelli.
Da vedere assolutamente.


L'immagine può contenere: una o più persone e testo

Il mio punto di vista: 

Già sapete quanto ami Elliot e quanto vada matta per questa serie tv, e che finisce sempre troppo presto per i miei gusti.
Diciamo che in questa serie tv è l'uomo che sfrutta la tecnologia per diventare più potente o/e distruggere i potenti.
Quando il genio incontra chi crede nelle sue pontenzialità, chi lo incoraggia, chi ci crede, tutto diventata qualcosa di più grande e difficile da gestire.
In questa terza stagione Elliot è sopravvissuto, e al suo risveglio il ragazzo comincia a coltivare la speranza di aver sconfitto definitivamente il suo alter ego, il Mr. Robot incarnato da suo padre. La schizofrenia è quasi la vera protagonista di tutte le stagioni, e ritroviamo un Elliot più debole, manipolato e ingannato da Angela. la sua amica di infanzia che vuole a tutti costi che la fase due abbi inizio per eliminare Evil Corp. Mi fermo, non dico più nulla, prometto! xD
Non vedo l'ora che esca la quarta stagione.

L'immagine può contenere: 1 persona, spazio al chiuso

Il mio punto di vista:

L'altra Grace è stata una bella scoperta, che mi ha trascinata con la protagonista alla ricerca della "vera" verità.
Intrighi e delitti in un'epoca difficile. Soprattutto per le ragazze povere.

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Il mio punto di vista:

Una realtà brutta della mia città riportata sullo schermo senza pietà, dando risalto al marcio e al cancro di Napoli.
Ben fatta, gli attori sono credibili e per quanto sia brutto ciò che racconta questa serie, devo ammettere che è abbastanza veritiera. Lo sappiamo tutti!
Ciò che trovo esagerato è il linguaggio: sembra un inno alla volgarità del nostro dialetto.
Il finale di terza stagione l'ho trovato molto forzato e "volutamente toccante", con segni di una possibile "non morte".
Staremo a vedere.


Il mio punto di vista:

Suburra l'ho iniziata per caso e l'ho terminata senza accorgermene.
Le prime tre puntate sono un po' noiose e ti portano a smettere di seguire la serie, poi, dopo la quarta stagione, una puntata tira l'altra.
La vite di questi tre ragazzi si intreccia: la voglia di evadere dal nucleo familiare e lo spaccio è ciò che li lega.
Mafia, Vaticano, e una Roma che si lascia violentare e sfruttare.

Maria Capasso


Benvenuti nel nostro angolo


TITOLO: Omicidi in si minore
AUTORE: Davide Bottiglieri 
EDITORE: Les Flâneurs 
GENERE: Noir 
PREZZO: Cartaceo 16,00 euro

L'immagine può contenere: testo

Sinossi:


Cluj, dicembre 1780. In una fredda e sinistra giornata d'inverno, piazza Unirii è stracolma per assistere all'ennesimo spettacolo di morte. Ad alzare il sipario su questa nuova esecuzione, è stato il neo ispettore Ljudevit Alecsandri, il cui nome è sulla bocca di tutti i cittadini per le vicende che l'hanno visto protagonista nei mesi precedenti a quel momento. La vita apparentemente tranquilla di un remoto paese della Transilvania sta per conoscere terribili vicende. Le sue vie e le sue genti, intrise di superstizione e mistero, saranno invase da un'ombra oscura che porta con sé una scia di paura e morte. Sarà il giovane ispettore a dover far fronte a questa situazione che, però, nasconde una terribile minaccia: riuscirà il suo lato oscuro, quel secondo Ljudevit Alecsandri, a non riemergere ed essere associato lui stesso al demone che abita Cluj?

Recensione:


Eccomi attiva nel blog. 
In questo periodo ho dovuto riorganizzare la mia vita e trovare spazio per le mie letture. 
Oggi vi parlo di un noir che lessi prima di agosto e, in quelle giornate calde e piene di luce, iniziai la bellissima storie di Davide Bottiglieri. 
Leggere questo genere nel periodo estivo per me è un rituale e, Omicidi in si minore è stata una delle letture più belle, di quelle che ti entrano nei sogni e ti accompagnano per tutta la notte. 
Qui troviamo una serie di omicidi. 
Un ispettore instancabile. 
Sacro e profano che si mescolano. 
Una donna incantevole. 
Personaggi che giocano bene le loro carte. 
Una caccia senza mezze misure. 
Legami che vanno oltre l'immaginazione del lettore. 
Omicidi in si minore è un romanzo misterioso ed è proprio questo che colpisce al lettore, perché ti resta dentro anche a fine lettura. 
Soprattutto a fine lettura!
Non si dimentica.
Non si smette di pensare ai dettagli e ai personaggi. 
Tutto questo rende il romanzo un vero capolavoro nel suo genere, differenziandosi per lo stile e l'originalità della vicenda.
Altro punto a favore: il linguaggio forbito e conoscenza di tutti i fatti che caratterizzano la storia. 
Se amate storie piene di colpi di scene e di quesiti da risolvere, questo romanzo è quello giusto per voi. 

Vi lasciamo con un estratto:

"Siete troppo controllato: la musica si vive, non si studia. Siete troppo concentrato sulla metrica, sulle pause, quando dovreste concentrarvi sul messaggio dell’opera. Da qui nasce la differenza tra esecuzione e interpretazione".

Maria Capasso

lunedì 17 settembre 2018

Benvenuti nel nostro angolo: 

Intervista a GIORDANA SCHIATTARELLA


1) Da dove è nata la tua passione per la scrittura?

In realtà è nata senza che nemmeno me ne accorgessi. Un pomeriggio scaricai l’applicazione Wattpad, spinta da un’amica, e quando scoprii che non era solo un modo per leggere storie di autori emergenti, ma che su quell’app si poteva anche dare sfogo alla propria creatività, decisi di buttarmi. E così nacque il mio primo romanzo, Schegge del cuore.


2) Cosa ascolti mentre scrivi?

Un po’ di tutto, ma mi lascio ispirare dal momento. Se sto scrivendo una scena triste, ascolto qualcosa come Shawn Mendes, Ed Sheeran, Marco Mengoni o Irama. Per le parti allegre, invece, mi ispiro per lo più alle canzoni estive.


3) Quanto di te metti nelle tue opere?

Molto, forse troppo, e questo può essere un punto a mio favore oppure a mio sfavore. È questione di punti di vista.


4) Il genere che preferisci scrivere?

Romance, sicuramente. Sto provando a scrivere anche un fantasy, ma devo dire che è veramente difficile. Spero di portarlo a termine un giorno xD


5) Il libro che ti ha dato coraggio per buttarti nel mondo della scrittura

In realtà nessuno. Leggo da quando ero bambina, ma non è grazie alla lettura che ho cominciato a scrivere, bensì grazie a Wattpad, come ho spiegato prima.


6) Cosa preferisci: discorso diretto, indiretto, entrambi?

Discorso diretto, decisamente. È bello sentire ciò che hanno da dire i personaggi immaginando le loro voci, perché precludere loro questa possibilità?


7) Cosa ti aiuta quando ti blocchi con la scrittura?

Fare altro. Uscire con le amiche, ascoltare la musica che amo, andare al mare. Staccare con la mente, insomma.


8) Hai una beta reader per le tue storie?

Sí. Roberta Cannavó è la mia Beta Reader, scrive anche lei su Wattpad con lo pseudonimo di Jenna Ravenway ed è favolosa.


9) Il primo libro letto?

Uno splendido disastro, di Jamie Mc.Guire.


10) Il tuo libro preferito?

Harry Potter. É un cliché, lo so, ma che posso farci io se ho un debole per la Rowling? XD


Grazie a Giordana per la chiacchierata! 

giovedì 13 settembre 2018

Benvenuti nel nostro angolo

#Consiglisettembrili


Settembre non è una stagione, ma uno stile di vita. 

Ecco cosa vi consigliamo di ascoltare, leggere, vedere. 

#Letizia


https://www.youtube.com/watch?v=r_u-NaCra2Y

https://www.youtube.com/watch?v=8Uw8mIcQJn8

https://www.youtube.com/watch?v=V1Pl8CzNzCw


Risultati immagini per forse la felicità di egidio mariella,

Siamo nuvole nel vento di [Di Luna, Arianna]

Quello che gli altri non vedono di [Macgregor, Virginia]


Risultati immagini per tuo simon

Risultati immagini per Un'amore all'altezza


Risultati immagini per tutte le volte che ho scritto ti amo

#CLAUDIA

https://www.youtube.com/watch?v=aQUlA8Hcv4s

https://www.youtube.com/watch?v=1bGOgY1CmiU


https://www.youtube.com/watch?v=EPOIS5taqA8


La bussola d'oro: Queste oscure materie. 1 di [Pullman, Philip]

La lama sottile: Queste oscure materie. 2

Il cannocchiale d'ambra: Queste oscure materie. 3 di [Pullman, Philip]


Immagine correlata

Risultati immagini per Juno,

Immagine correlata


#MARIA

https://www.youtube.com/watch?v=pWtyZXgpjrI

https://www.youtube.com/watch?v=IDgR3FNlsUM

https://www.youtube.com/watch?v=iRYvuS9OxdA


Risultati immagini per la stagione arida di minerva jones

Risultati immagini per giorni senza fame

Risultati immagini per la bellezza rubata


Risultati immagini per chocolat



Risultati immagini per Secret Window


Risultati immagini per It 2017


A PRESTO! 

                  Benvenuti nel nostro angolo

Blog Tour: I cartoni di Lui & Lei di Lilletta Ely e Max Rambaldi - Tappa a Tema Amori Scolastici




Titolo: I cartoni di Lui & Lei
Autore: Elisabetta “Lilletta” Tosi
Illustratore: Max Rambaldi
Prezzo: 14,70 (cartaceo)
Acquistabile e prenotabile tramite crowfounding su Ulule.com






Trama 

"Alabarde spaziali, bacchette magiche, apocalissi e palloni da calcio”. Bastano questi elementi per rievocare la stragrande maggioranza dei cartoni animati trasmessi tra gli anni ’80 e ’90, che ci hanno accompagnato nei nostri primi passi e oltre. Perché dunque non ripercorrere le storie di maghette, robottoni e sportivi in poche righe con un pizzico di ironia? Ci sarà anche un gatto a farvi da guida, forza, non potete dire di no! In questo libro Elisabetta (alias Lilletta) riprende lo stile riassuntivo dei suoi video di YouTube per rivivere insieme gli anime più iconici della nostra infanzia e adolescenza, accompagnati dalle bellissime illustrazioni di Max Rambaldi, poliedrica artista, che porta in ogni serie Indy, il gatto di Lilletta (sua guest star fissa) per invadere ogni cartone di cui si parla! Un libro di oltre 180 pagine realizzato come un diario ricolmo di colori e ricordi, cammei più o meno facili da indovinare di amici e colleghi delle due autrici, e anche un giochino segreto! Se tutto ciò non fosse bastato ad attirare la vostra attenzione, vi ricordo che l’elemento felino scorre potente in ogni pagina! Contiamo su di voi per poter portare alla carta luce quest'opera!





 


Noi de L’angolo delle parole siamo felici di partecipare al blogtour di “I cartoni di Lui & Lei”, libro di Lilletta Ely, youtuber che seguiamo da un po’ e che ci allieta da sempre con brevi riassunti che rinchiudono tutta l’essenza dei cartoni animati della nostra infanzia, coi quali siamo cresciuti poco a poco, e che ancora oggi amiamo. I suoi video mettono sempre allegria e al contempo nostalgia, un mix che non guasta affatto. La bravissima Max Rambaldi ha curato tutto le illustrazioni, che sono a dir poco deliziose e minuziose nei dettagli.

Tutti noi, nati tra l’inizio degli anni 80 e quello degli anni 90 soffriamo della stessa temutissima malattia. Brividi di piacere, lacrimuccia agli occhi, i sensi che si acutizzano riportandoci a quei colori, suoni e profumi; si ritorna inevitabilmente indietro nel tempo, pur rimanendo nel qui e ora. Ovviamente stiamo parlando della nostalgia, quella che noi appartenenti a quella generazione proviamo ogni qualvolta si parla di un certo tipo di cartoni animati. Ho un ricordo nitido di me stessa a sei o sette anni, davanti alla tv in salotto, Bim Bum Bam che cominciava e io felicissima, in attesa dei miei anime romantici preferiti.

L’opera che vi presentiamo oggi parla proprio di questo, e nello specifico di tutti quei classici che hanno fatto da fondamento alla nostra infanzia e preadolescenza, segnandoci inevitabilmente per sempre. Non c’è nessuno nella mia cerchia di amici (tutti nati tra l’86 e l’87) che in macchina non abbia un cd con tutte le sigle dei cartoni cantate da Cristina d’Avena, altra pietra miliare per noi nostalgici.

Diciamo che ormai, a trentuno anni suonati subisco inevitabilmente il disincanto e la disillusione dell’età adulta, e di quella bambina tutti cuori e principesse c’è rimasto ben poco; solo una cosa fa eccezione: i cartoni animati incentrati sugli amori scolastici. E poco importa se Mediaset ha martorizzato trame, nomi e fatti, rendendo tutto più politically correct, spoilerando tre quarti delle trame durante la sigla. Non importa se fin da bambini ci siamo domandati come fosse possibile che degli adolescenti giapponesi si chiamassero Johnny, Sabrina e Tinetta (personaggio fastidioso come una poltrona fatta di cactus, probabilmente seconda soltanto a Chibiusa in “Sailor Moon”), come in “È quasi magia Johnny”. Non importa neanche il fatto che la sigla suggerisse che Johnny fosse in grado di leggere il pensiero, cosa assolutamente falsa visto che in realtà era capace di viaggiare nel tempo o di teletrasportarsi.

Stessa tragica sorte l’ha subita il famosissimo “Piccoli problemi di cuore”, dove già dalla sigla sapevamo che Miki avrebbe scelto Yuri, eppure continuavamo a guardarlo fiduciose come solo delle piccole principesse nate negli anni ottanta sapevano fare, e dopo esserci sorbiti taglicuci di scene, episodi stuprati qua e la, Miki, Yuri, Ghinta, Arimi, Steve e poi tutta la trottola da capo in una trama alla stregua di Beutiful eravamo li a sospirare per la nostra coppia del cuore; e come se non bastasse in Italia la cara Mediaset ci ha anche regalato un finale troncato, visto che l’adattamento italiano era molto più breve e ci privava del finale tragicomico della serie, che non voglio spoilerare nel caso in cui vi abbia fatto venire voglia di recuperarlo.

A proposito di sigle che non c’entrano niente con la trama del cartone animato… vogliamo parlare di “Rossana”? Aridaje con il dramma sui bulli nella scuola, e nel comporre la sigla hanno completamente dimenticato di menzionare la storia d’amore tra Sana e Erik. Ma tant’è…

Forse meno famoso dei due precedenti, ma che non aveva niente da invidiare, “Curiosando tra i cortili del cuore” fu uno di quei cartoni che mi tenne incollata allo schermo, perché la storia tra Melissa e Spillo sembrava non sbocciare mai, e dentro di me pensavo di morire con le farfalle nello stomaco per tanto amore inespresso (si, lo so che sembro tragica, e vi assicuro che da bambina lo ero e come!). Crescendo ho imparato ad apprezzare tutti gli altri lavori della Yazawa (specialmente Nana, lavoro incompiuto che fa soffrire tutti noi appassionati). Questo cartone si fregiava di una sigla all’avanguardISSIMA rispetto a tutte le altre dell’epoca, che ancora oggi mi fa battere un po’ il cuore.

Ultimo ma non ultimo, arriviamo al cartone animato per eccellenza, quello che ha segnato più di tutti gli altri la nostra adolescenza, quello che ancora oggi alla domanda “Qual è il tuo gruppo rock preferito?” ci fa rispondere in coro “I Bee Hive”, quello che al solo mormorare “Un giorno di pioggia” fa partire un coro indistinto di ex bambine e bambini che se ne fregano totalmente di perdere la loro dignità cantando la sigla di”Kiss me Licia”. La suddetta Licia, che lavora nel locale di suo padre Marrabbio, un padre padrone con degli amici alquanto discutibili, incontra appunto Andrea e Giuliano, un bambino dalla forma tubolare e un gatto dalle sembianze di un Supersantos. Andrea è nientepopodimenochè il fratellino di Mirko, leader dei Bee Hive. Inutile spiegarvi come andrà a finire questa storia, eppure riesce sempre a smuovere in me una lacrimuccia. Piccola curiosità: questo anime tratto dallo shojo “Love Me Knight” di Kaoru Tada non ha avuto in madrepatria tutto il successo che invece ha riscosso in Italia, dove invece abbiamo pensato bene di produrre a riguardo anche un live action a dir poco imbarazzante, con dialoghi ai limiti del surreale e parrucche che manco Platinette (andate un po’ su youtube e provate a cercare “fettine panate” per farvi un’idea). Se siete appassionati di Kiss me Licia vi suggerisco di leggere anche altri lavori della Tada (uno su tutti Itazura Na Kiss).

Insomma, dopo aver fatto questo excursus sui cartoni che parlano di amori scolastici vi rimando al sito Ulule.com dove potrete prenotare la vostra copia di “I cartoni di Lui & Lei”, associandolo a numerosi gadget pensati apposta per voi, amanti della nostalgia, ma quella bella e giocosa della nostra infanzia.




Claudia Simonelli 

lunedì 10 settembre 2018

Benvenuti nel nostro angolo


TITOLO: Flawed. Il momento della scelta
AUTORE: Cecilia Ahern
EDITORE: Dea editore
GENERE: Fantascienza
PREZZO: Ebook 6,99 – cartaceo 12,66 euro


Flawed. Il momento della scelta di [Ahern, Cecelia]

Sinossi:

Celestine è in fuga. Fino a poche settimane fa era una delle ragazze più in vista della città: aveva una famiglia che la amava, un fidanzato meraviglioso e un destino invidiabile. Ora la sua esistenza si è trasformata in un interminabile incubo. La sua vita dorata non esiste più. Celestine è finita in cima alla lista dei ricercati della Gilda. È il nemico Numero Uno. Lei infatti è l'unica a possedere le prove che potrebbero distruggere per sempre il sistema che stabilisce chi è perfetto e chi Fallato. Chi merita un futuro e chi no. Perfino il giudice Crevan, capo del tribunale che l'ha condannata, è al suo inseguimento. L'uomo crede di poter facilmente mettere alle strette una come Celestine, una ragazza che ha perso tutto: famiglia, fidanzato, amici. Ma si sbaglia. Il tenebroso Carrick non l'ha abbandonata e anzi è più determinato che mai a sostenerla, qualunque sia la scelta di Celestine. Perché adesso a decidere sarà lei. Scappare e mettersi in salvo, o rischiare tutto, tornare nella tana del leone e demolire il sistema dall'interno?

Recensione:

Una storia davvero interessante. All’inizio mi sembrava noioso, ma poi con i capitoli successi e con gli eventi che Celestine deve affrontare diventa molto interessante e ti spinge a continuare a leggere. Molto simile a Divergent e Hunger Gamer. La storia si presenta molto scorrevole. I personaggi sono ben studiati e tutti differenti con un ruolo preciso. Ho amato Celestine che l’esempio che una donna, una persona vorrebbe seguire, nonostante lei abbia paura e si sente debole, non mostra le sue debolezze e caccia fuori gli artigli e lotta per non essere sovrasta dalla politica della storia.
Una storia davvero intrigate e che consiglio di leggerlo a tutti, ma soprattutto chi ama questo genere.


Vi lasciamo con un estratto:

"Noi donne ci vestiamo per far piacere a noi stesse: nascondiamo le nostre imperfezioni e valorizziamo le qualità migliori. Gli abiti sono un’appendice di noi stesse, un riflesso di ciò che pensiamo e sentiamo. Ora ci vengono tolti e restiamo completamente nude: siamo costrette a mettere in mostra quelle parti che vogliamo celare perché ce ne vergogniamo, quelle parti che non vogliamo mostrare a nessuno. E anche per chi si sente a proprio agio con il suo corpo, indossare un’uniforme è semplicemente umiliante. Ci hanno privato della nostra individualità, di ciò che ci rende uniche. Ci hanno detto che non possiamo distinguerci, che non contiamo nulla, che siamo insignificanti. Siamo solo numeri, un mutilato esercito di imperfezioni".

Letizia Romano